Dasir Blog

Mobile

Arriva in Europa il primo smartphone Ubuntu

Ad un anno dal primo tentativo di immissione sul mercato di uno smartphone basato su Ubuntu, Canonical è pronto a lanciarlo in vendita in Europa nei "prossimi giorni". Il dispositivo sarà venduto a € 169,90 ($190) sbloccato per qualsiasi rete carrier, anche se alcuni gestori europei offriranno pacchetti SIM presso il punto vendita. L'hardware è un dispositivo esistente mid-tier, l'Aquaris E4.5, realizzato da BQ di Spagna - con la versione Ubuntu del dispositivo noto come il 'Aquaris E4.5 Ubuntu Edition'. Quindi l'unica differenza è che sarà pre-caricato con software mobile di Ubuntu, piuttosto che la piattaforma Android di Google. Lo smartphone BQ Ubuntu, che pone il contenuto al centro dell'esperienza, è il perfetto equilibrio tra prezzo e specifiche. La data, l'ora e l'URL per la prima vendita saranno annunciati attraverso @Ubuntu e @bqreaders su Twitter, poi su Ubuntu G+ e Ubuntu Facebook entro questa o la prossima settimana. Canonical sta cercando di entrare nel settore mobile da tempo e il primo tentativo risale al 2013, quando il produttore di software open source non è riuscito tramite il crowdfunding a vendere il suo dispositivo smartphone-cum-desktop-computer, chiamato Ubuntu Edge. Il dispositivo doveva trasformarsi da un computer tascabile in un computer desktop a pieno titolo appena veniva collegato a una tastiera e un monitor, con ovviamente l’esecuzione di OS Ubuntu. Canonical aveva investito $ 32 milioni con il crowdfunding per realizzare quel dispositivo ottenendo un risultato disastroso, ma ora è riuscita a lanciare un più modesto mid-tier smartphone. Dal punto di vista hardware, il primo smartphone di Ubuntu offre caratteristiche di fascia media standard, con uno schermo da 4.5 pollici, 1GB di RAM, un chip quad-core A7 in esecuzione a "fino a 1.3Ghz", 8GB di memoria, 8MP la fotocamera posteriore (dotata di sensori BSI di alta qualità e una lente Largan) e 5MP quella frontale, autofocus, video full HD(1080p) e uno slot dual-SIM. Ma è il software mobile la vera novità. Qui sotto un video dimostrativo. [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=TShKZLeZzWE[/youtube] Canonical ha creato un’interfaccia smartphone gestuale chiamata Scopes, che permette l'homescreen di concentrarsi su una serie di carte a tema che aggregano contenuti e che l'utente passa per navigare le funzioni del telefono; mentre le icone di app sono nascoste di lato dello schermo, o riuniti in una singola scheda Scope. È certamente un approccio diverso rispetto ad applicazioni presenti su iOS e Android, ma ha una certa sovrapposizione con altri, tipo piattaforme alternative come WebOS di Palm, o il riavvio di BlackBerry OS. Il problema è che, come per tutti questi sistemi operativi più piccoli, sarà molto difficile attrarre sviluppatori che creino contenuti per la piattaforma Canonical al fine di renderlo una realtà affermata. Inoltre, la sfida più complessa da vincere sarà persuadere i consumatori a provare qualcosa di diverso che non sarà possibile testare prima dell’acquisto, infatti il dispositivo sarà venduto solo on-line. Canonical afferma di conoscere tutti i pregi e difetti di questa nuova strategia, infatti, come afferma Cristian Parrino, VP Mobile and Online Services Ubuntu: “Stiamo andando per il mercato di massa. Ma questo è un processo graduale e un processo riflessivo. Questo è qualcosa che stiamo andando a fare in modo intelligente con il tempo - ma ci arriveremo".

8 COSE CHE NON SAPEVI IL TUO IPAD POTESSE FARE

Diciamocelo, la maggior parte di noi che possiede un iPad lo utilizza esclusivamente per navigare in Internet, controllare le mail e utilizzare saltuariamente qualche app di gioco. Ma perché non sfruttare tutto il potenziale del gioiellino di casa Apple? Vi sveliamo noi le sue capacità e gli usi alternativi che renderanno l’utilizzo dell’iPad un’esperienza decisamente più piacevole e ricca di potenzialità: Usa il tuo iPad come un tavolo da gioco. Scaricando Card Table (1.99 €) è possibile trasformare il tuo iPad in un tavolo da gioco e i partecipanti possono usare i loro iPhone per gestire le proprie carte senza doverle sostenere in mano.    Guarda gratuitamente (e legalmente) film e programmi tv con Crackle. Senza la necessità di registrarsi o pagare, quest’app ti consente di avere a disposizione un vastissimo archivio di film, tv shows e altri contenuti originali (in lingua inglese) come mezzo efficace di intrattenimento. Usa il tuo iPad come secondo monitor. Grazie a Air Display 2 (9.99 €) puoi utilizzare iPad o iPad Mini come un secondo monitor per allargare o estendere le funzioni del vostro schermo principale.   Passa rapidamente da un’applicazione all’altra trascinando la mano sullo schermo a destra o a sinistra. Utilizzando 4 o 5 dita e trascinando lateralmente è possibile sfruttare al meglio lo schermo del tablet e passare in maniera ancora più veloce da un’app all’altra. Inoltre, per chiudere un’applicazione è sufficiente pizzicare lo schermo con tutte le dita insieme. Per abilitare la funzione è possibile andare su Impostazioni e attivare il Multitasking Gestures. Trasforma il tuo iPad e il tuo iPhone in una sala giochi. Scaricando gratuitamente dall’App Store Joypad è possibile giocare a oltre 50 giochi in modalità arcade ed utilizzare il vostro iPad come una console e l’iPhone come un controller. Leggi qualsiasi pdf con Good Reader 4. Quest’app disponibile su App Store a 4.99€ è il modo più facile per consultare i documenti in formato pdf con tutte le annotazioni e i commenti. È possibile, poi, contrassegnare i file pdf sul vostro dispositivo e lavorarci anche da iPhone. Migliora la lettura notturna invertendo i colori del tuo iPad. Evita di sforzare gli occhi leggendo un testo nero su uno sfondo bianco, attività particolarmente stancante soprattutto di notte. Perché dunque non invertire i colori? Impostazioni > Generali > Accessibilità e attiva Inverti colori. Hai bisogno di chiamare qualcuno ma hai con te solo il tuo iPad? Basta usare Facebook Messenger. L’app di Facebook Messenger è gratuita e permette di fare chiamate verso i tuoi amici di Facebook usando una connessione wi-fi o la tariffa dati. (Photocredit: Business Insider/ iTunes)

COME UNIRE DUE PAGINE UGUALI SU FACEBOOK

Hai appena creato una pagina su facebook per la tua attività, inizi a curarla, condividi foto, post ed altro, la suggerisci agli amici e vedi che i risultati iniziano a darti soddisfazione… finchè non ti accorgi che cercando la tua pagina ne esce un’altra che parla della tua stessa attività. Come è successo poco importa, sarà stata un’incomprensione tra te e il tuo collega e adesso diventa difficile e controproducente gestirle entrambe e una deve essere eliminata. È un peccato però perdere così tanti fan che già ti stanno seguendo, sarebbe meglio conservarli tutti, e gli sviluppatori di facebook hanno ammesso anche questo tipo di errore: vediamo Come unire due pagine uguali su facebook. Premesse: Bisogna necessariamente essere amministratori di entrambe le pagine da unire; I nomi delle due pagine devono essere simili; La pagina che si otterrà alla fine sarà quella che all’inizio aveva il maggior numero di “mi piace”, che saranno sommati a quelli dell’altra pagina; I contenuti, foto, post, informazioni ecc della pagina più piccola andranno persi ed è bene quindi salvare ciò che reputiamo importante; L’azione è irreversibile.   In realtà esiste più di un modo, adesso illustrerò quello che personalmente trovo più semplice ed immediato:   Utilizzando facebook dal profilo personale (senza switchare sull’utilizzo come pagina) fai click su questo url: https://www.facebook.com/pages/merge/   OPPURE sempre dal profilo personale cerca una qualsiasi delle tue pagine, fai click su impostazioni à generali à unisci pagine à unisci pagine doppie;   Comparirà questa schermata: adesso scegli le due pagine da unire dai due menù a scomparsa e fai click su unisci pagine   Complicazioni: se compare questa schermata: Le due pagine hanno nomi troppo diversi per essere unite: per ovviare al problema andiamo col nostro account sulla pagina con meno fan (il nome può essere cambiato una volta sola, ci conviene utilizzare questo “bonus” per la pagina che morirà): click su impostazioni à informazioni sulla pagina à nome à modifica e scrivere lo stesso nome dell’altra pagina (il nuovo nome sarà approvato dopo 14 giorni). Ripetere le operazioni di unione da capo.   Se compare questa schermata non ha bisogno di spegazioni: è stata selezionata due volte la stessa pagina, ripetere l’operazione senza fare confusione.

ANNUNCIATO IL NUOVO EVENTO SAMSUNG: "GALAXY UNPACKED". IN ARRIVO IL GALAXY S6

“What’s next?” Il nuovissimo Samsung Galaxy S6 Samsung ha annunciato ufficialmente via twitter il prossimo evento “Galaxy Unpacked” che si terrà il 1 Marzo. Il post è apparso su twitter in questi giorni e recita: “What’s next? The answer will be revealed March 1st at #Unpacked. #TheNextGalaxy”. Il colosso coreano dell’elettronica ha già inviato gli inviti a tutte le principali testate giornalistiche del mondo con all’interno un’immagine volutamente poco chiara che raffigura molto probabilmente un device curvo e una particolare frase, “What’s Next”, che punta a stimolare la curiosità della platea. Secondo gli ultimi rumors pubblicati dal noto blog francese NowhereElese.fr il nuovo Galaxy sarà appena più grande e sottile dell’attuale S5. Inoltre il suddetto blog fornisce anche alcuni particolari molto interessanti, tra cui: Altezza: 142 mm Larghezza: 72.5 mm Spessore: 8.1 mm Processore: 64-bit Exynos 7420. RAM: 3GB. Sensore di impronte digitali notevolmente migliorato. Display: display Super AMOLED da 5,1 o 5,5 pollici. Risoluzione: 2.560×1.440 pixel Fotocamera posteriore: 20 megapixel capace di registrare video in 4K Fotocamera frontale: 5 megapixel LED-flash e sensore di frequenza cardiaca integrati in una singola unità.   Da questi rumors però non si evince alcuna forma curva del device il che ci può far pensare ad una forma “ondulata” dovuta ad una particolare fotocamera posteriore. Cosa ne pensate di questo nuovo device? E soprattutto sarà davvero un device curvo? Non ci resta che aspettare il 1 Marzo per scoprire tutte le novità che casa Samsung ci proporrà insieme al nuovo Galaxy.

MICROSOFT: ECCO OUTLOOK PER IOS E ANDROID

Outlook, Microsoft lancia la nuova app per la posta elettronica Finalmente arriva l’app ufficiale Outlook di Microsoft per iOS e Android. La società aveva già pubblicato app mobile come il pacchetto Office, Xbox Music, MSN Notizie, e tante altre; la mancanza però di un’applicazione Outlook per le piattaforme mobile più popolari del mondo sembrava un enorme buco, finalmente colmato.   In realtà l’app era già presente sugli store sotto il nome Acompli, ma era sviluppata e pubblicata appunto dall’Acompli Inc. Il successo che però ha riscosso l’applicazione già alla sua prima versione è stato tale da spingere Microsoft ad acquisirla nel Dicembre 2014 e a pubblicarla sotto il nome di Outlook.   Non c'è dubbio che Outlook sul desktop sia un client di posta elettronica molto diffuso ed effettivamente risultava essere una mancanza troppo grande su iOS e Android. Il client di posta di Microsoft è stato dominante sui pc per decenni, visto che viene fornito con il bundle delle versioni di Microsoft Office. L’applicazione si basa sulle tre caratteristiche principali di Acompli, cioè la scelta dei browser web, un messaggio di filtraggio priorità e il visualizzatore di allegati, che si integra facilmente con i fornitori di cloud storage come Dropbox, Google Drive, Box e, naturalmente, il servizio Microsoft OneDrive.   Per i gli utenti Acompli, Outlook sarà un'esperienza familiare, perché al momento non ci sono grandi cambiamenti o aggiornamenti. Questi ultimi ci saranno molto probabilmente in futuro, proprio per dare un’impronta in stile Microsoft, che da anni ha come obiettivo primario i servizi per le imprese. Speriamo solo che non vada a scapito dell’integrazione con Google Drive o altri servizi di cloud storage esterni.   L'interfaccia utente supporta 30 lingue, e le applicazioni richiedono iOS 8.0 e versioni successive, o Android 4.0 e superiori.

MI NOTE XIAOMI, LA RINCORSA DEL GIGANTE CINESE

Il produttore di smartphone cinese sfida l’alto di gamma di casa Apple e intimidisce Samsung. Xiaomi è il più dinamico produttore di smartphone cinese, terzo nella classifica mondiale che con l’uscita del nuovo Mi Note si profila come un’ottima alternativa ai phablet iPhone 6 Plus di Apple e Galaxy Note 4 di Samsung. Il debutto del dispositivo touch screen è previsto entro la prima metà dell’anno in Europa, mercato la cui utenza è decisamente più pretenziosa di quella asiatica. Il paragone con l’iPhone 6 è inevitabile, in quanto, già al momento della presentazione del nuovo prodotto dell’azienda di Beijing, è stato lo stesso CEO e cofondatore, Lei Jun, a dilungarsi sulle differenze dei due dispositivi sottolineando quanto il suo prodotto fosse migliore. I vantaggi che si trarrebbero dall’acquisto dello smartphone cinese consisterebbero innanzitutto in un risparmio dovuto al prezzo più basso che Xiaomi riesce a garantire grazie ai costi contenuti. Vendendo i telefonini al prezzo di fabbrica, infatti, si punta tutto sui guadagni derivanti dai servizi collegati. [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=X6ku-ta3czk[/youtube]   Specifiche Tecniche Lo smartphone ha dimensioni generose visto lo schermo da 5.7 pollici, le stesse del Galaxy Note 4 di Samsung, ed utilizza il sistema operativo Android con interfaccia personalizzata MIUI 6 (derivato da 4.4.4 Kitkat). La fotocamera principale è da 13 Megapixel con apertura f/2.0 e stabilizzatore ottico dell’immagine, il processore Snapdragon 801quad-core da 2.5 GHz, scheda grafica Adreno 330, memoria Ram da 3GB, spazio di archiviazione da 16 o 64 GB e batteria da 3000 mAh Prezzi Il prezzo del Mi Note sarà di circa 315 € (l’equivalente di 2.299 yuan) per la versione da 16GB e di circa 385€ (l’equivalente di 2799 yuan) per i 64GB. Nessun compromesso dunque per questo prodotto dal design gradevole che si differenzia in maniera decisa dalle cosiddette “cineserie” e da tutti gli altri prodotti di importazione asiatica. Confronto con L’iPhone 6 Mi Note è “più corto, più sottile e leggero rispetto all’iPhone” secondo le parole espresse da Lei Jun alla presentazione del nuovo gioiello del Miglio. Inoltre lo smartphone di Xiaomi non ha la telecamera che sporge oltre il profilo del telefono e lo schermo è decisamente più grande, il tutto offerto ad un prezzo di due terzi inferiore al celebre smartphone Apple a tal punto da minacciare anche la quota di mercato di Samsung nell’alto di gamma.   (Photocredit: Courtesy of Xiaomi)

“BE MY EYES”, LA NUOVA APP CHE PRESTA GLI OCCHI AI NON VEDENTI

Il nome dice tutto: Be My eyes ( Sii i miei occhi ) , l’idea che sfrutta la tecnologia per aiutare chi affetto da disabilità visiva.   In un mondo in cui l’opinione comunemente accettata è che la tecnologia ci isoli, vale la pena anche considerare l’altro lato della medaglia. Sempre più spesso la tecnologia informa, unisce, aiuta. Dà l’occasione di metterti in gioco e sostenere qualcuno anche a milioni di chilometri di distanza, anche qualcuno che non conosci. Qualcuno come un non vedente. È il caso della nuovissima app Be My Eyes, sviluppata da un team danese per supportare i non vedenti nelle attività quotidiane. Il “network degli occhi” connette le persone affette da disabilità visiva con volontari provenienti da tutto il mondo tramite video-chat. Funziona così: al momento della registrazione si sceglie una delle due categorie disponibili, ovvero vedente o non vedente e le lingue parlate. Nel momento in cui il non vedente richiede assistenza tramite l’app, si creerà una connessione audio-video con il primo volontario vedente disponibile, il quale grazie alla fotocamera potrà individuare la posizione del non vedente e fornirgli le indicazioni di cui ha bisogno. Ad oggi l’unico limite sta nel sistema operativo, perché l’app è disponibile solo per IPhone. Sembra però sia un ostacolo provvisorio, visto che i fondatori stanno cercando ( qui il link all’annuncio ) un mobile developer di altri sistemi operativi come Android, così da essere veramente completa e pronta per essere scaricata da tutti noi. LEND YOUR EYES TO THE BLIND! [embed]http://vimeo.com/113872517[/embed]

Visualizzo 28-34 di 34 elementi.