KILOCORE, CPU CON 1000 CORE INDIPENDENTI

KILOCORE, CPU CON 1000 CORE INDIPENDENTI

KiloCore è il primo processore al mondo con 1000 core indipendenti, in grado di eseguire oltre 115 miliardi di operazioni al secondo con un consumo inferiore ad 1 Watt. Questo processore, messo a punto dall’Università della California , in collaborazione con IBM, è stato presentato all’ultimo Simposio Tecnologia e Circuiti VLSI, che si è tenuto alle Hawaii. I ricercatori della Università della California hanno recentemente presentato KiloCore, una CPU con 1000 core programmabili in modo indipendente, con un’elevata efficienza energetica. Chip con più di un processore sono da anni una realtà, tanto che dentro la gran parte dei nostri computer si possono trovare anche 12 processori che lavorano in maniera sincronizzata. Il nuovo chip, non ha solo un numero record di chip ma rappresenta una possibile rivoluzione nel loro funzionamento, e riesce a far lavorare i suoi processori in modo indipendente l'uno dall'altro, qualcosa di simile a una 'rete' di computer separati. Gli scopi per i quali viene utilizzato sono sempre gli stessi degli attuali multicore ma offrendo performance migliori: elaborare video, cifrare e decifrare dati e in ambiti scientifici dove applicazioni a elevato multithreading sono in grado di trarre vantaggio della presenza di più core. Per sfruttare il processore è ad ogni modo necessario software scritto ad hoc, in grado di trarre vantaggio dalla parallelizzazione. Quando deve eseguire un compito, KiloCore 'scompone' il tutto affidando singole parti di applicazioni ai vari processori che una volta completato il lavoro condividono i dati per ricostruire il risultato finale. Quando non sono necessari i singoli processori si disattivano permettendo così un enorme risparmio energetico, garantendo un'efficienza 100 volte migliore di quella di un tradizionale processore multiplo. La frequenza massima è pari a 1,78 GHz e ogni core può trasferire dati da se stesso ad un altro, senza alcuna memoria condivisa. Di fatto, i 1000 core sono possono eseguire 115 miliardi di operazioni al secondo, consumando solamente 0,7 Watt Avendo una 'logica' differente dai chip tradizionali, i ricercatori hanno dovuto sviluppare un ventaglio di applicazioni ad hoc, tra cui software per l'elaborazione delle immagini, dei video e strumenti per sviluppatori che potranno lavorare alla creazione di nuove applicazioni. KiloCore è stato sviluppato per sostituire i microchip attuali ma i costi e i tempi per una sua futura commercializzazione non sono stati definiti e di certo serviranno ancora alcuni anni prima che arrivi sul mercato.

Pubblicato il 1 lug 2016

Potrebbero interessarti

WORDSMITH, IL SOFTWARE CHE AUTOGENERA ARTICOLI

I robot stanno diventando sempre più presenti nella nostra vita quotidiana...Chi avrebbe mai pensato che un software sarebbe stato in grado di sostituire le persone nella creazione di articoli? Ma oltre a rappresentare un aiuto reale, ora rischiano di diventare addirittura una minaccia. La compagnia tecnologica Automated Insights sta sviluppando il software Wordsmith Beta, che sarebbe in grado di scrivere articoli giornalistici al posto degli uomini. Detto in poche parole, la figura del giornalista potrebbe essere sostituita da un robot “scrittore”. Wordsmith è un programma che si basa sull’intelligenza artificiale per generare articoli o recensioni personalizzabili. L’idea alla base di Wordsmith è quella di creare articoli e recensioni, candidandosi ad un vero e proprio programma in grado di sostituire i giornalisti e gli scrittori. Ma qual è il principio di funzionamento di Wordsmith? L’azienda creatrice ha sfruttato i notevoli passi avanti realizzati dall’intelligenza artificiale. Basti pensare, non a caso, al supercomputer Watson di IBM, in grado di analizzare immense moli di dati e riuscire a imparare delle stesse. Di fatto, Wordsmith sembra essere una piattaforma “intelligente” in grado di generare articoli e recensioni personalizzabili. Tuttavia, entrando all’interno del sito della società creatrice, si scopre che Wordsmith deve aver alcuni dati di partenza. Grazie a fonti solide, il programma è in grado di autogenerare testi. Tuttavia, il secondo passaggio richiede sempre un intervento umano. Infatti, Wordsmith richiede un passaggio intermedio in cui personalizzare il testo e lo stile di scrittura. Se da un lato questo nuovo software che non può ancora competere con i giornalisti e gli scrittori, dall’altro rappresenta un importante strumento per automatizzare una parte del processo, soprattutto quando vi sono importanti moli di dati da analizzare. Possiamo dire con certezza che la creazione di un programma di scrittura completamente automatizzata in grado di sostituire l’uomo è ancora un’utopia. Scrivere un testo è un’azione complessa per un computer e riuscire ad emulare il linguaggio, lo stile di scrittura ed il pensiero sembra essere veramente impossibile, perché nessun robot può riversare su quello che scrive le proprie emozioni, trovandosi logicamente impossibilitato a provarle. Il robot finora è stato impiegato in articoli statistici e finanziari, ed ora la società sta pensando di allargare i propri orizzonti. I ricercatori della compagnia informatica Automated Insights, stanno sviluppando un modello per creare articoli molto più complessi e incentrati sulle più disparate tematiche di attualità, introducendo attraverso tecniche basate sull’ intelligenza artificiale un alto grado di personalizzazione nella stesura del testo, facendo percepire al lettore le sensazioni ed emozioni del “giornalista”. Secondo uno studio condotto dal ricercatore Christer Clerwall, le persone tenderebbero mediamente a non distinguere tra un articolo prodotto da Wodrsmith Beta e uno scritto invece da un giornalista in carne ed ossa, il che getta inquietanti dubbi sulla nostra assuefazione alla tecnologia e su quanto i versanti strettamente teorici finiranno per prevalere presto sulla nostra componente emotiva.  

SSD AD ALTISSIMA CAPACITÀ? BENVENUTA 3D V-NAND!

Gli SSD (solid state disk = hard disk a stato solido) sono stati di recente la rappresentazione dell’innovazione più grande per quanto riguarda la risoluzione del problema del collo di bottiglia di ogni personal computer, server o workstation, rappresentato dall’hard disk, su cui risiedono sistema operativo e programmi di utilizzo comune. Se da un lato il miglioramento prestazionale di una macchina, passando ad una soluzione SSD, è alquanto evidente, questa nuova tecnologia porta con se due problemi: costo elevato e ridotte capacità di storage rispetto ai dischi tradizionali. La soluzione a questo problema è arrivata da una nuova tecnologia: 3D V-Nand sviluppata in primis dalla napoletana Micron/Intel e dal colosso Samsung. Andiamo a descrivere la tecnologia: immaginate una cella V-Nand come un appartamento in cui memorizziamo un bit d’informazione. I primi SSD in commercio e molti di quelli attuali hanno le celle V-Nand disposte in maniera planare quindi immaginatele come villette a schiera, disposte in fila, in maniera matriciale, connesse alle altre con dei cavi (tipo fili del telefono) ed ogni villetta è ad un solo livello ed ha una sola stanza, in cui posso memorizzare la mia informazione, un bit. La tecnologia 3D V-Nand passa ad una soluzione spaziale diversa in cui le celle si dispongono in maniera anche verticale arrivando fino a 32 strati di celle. Immaginare questo tipo di memoria come un quartiere di villette fatto a più livelli verticali in cui ogni pila verticale di villette è connessa all’altra mediante un cavo alla sua sommità (tipo palo del telefono). In questo modo la densità di celle aumenta senza aumentare le dimensioni della base rettangolare dell’hard disk.       Un’altra peculiarità interessante di questo tipo di tecnologia è la riduzione dell’interferenza intercella. Nella vecchia tecnologia, quella planare, in 2D, non era possibile miniaturizzare ancora di molto le celle a causa degli errori dovuti proprio alla miniaturizzazione mentre sviluppando in verticale l’interferenza intercella è ridotta e quindi è possibile aumentare la densità di celle per pollice quadrato riducendo la grandezza fisica delle celle. Infine, con questa nuova tecnologia, a parità di prestazioni, si ottengono hard disk a stato solido che consumano meno energia rispetto alle tecnologie precedenti, fattore che rende molto “green” questa innovazione. I vari competitors già hanno messo sul mercato dei componenti di questo genere ma per arrivare ad ottenere seri benefici dovremmo aspettare almeno un paio d’anni. Un giorno, nemmeno tanto lontano, potremmo avere nei nostri pc SSD da 10 TB al costo degli attuali dischi tradizionale da 4 TB, con prestazioni da capogiro e prezzi contenuti.

BEGIN THE REVOLUTION... NASCE "SPEFFY", IL NUOVO MODO DI VIVERE LO SPORT

È “made in Casoria” SPEFFY, il primo prodotto nato dal gruppo Research&Technology della DASIR TECH, che sarà proposto al Rimini-Wellness del 28-31 maggio 2015, la più grande fiera italiana del Fitness, del Benessere e dello Sport. Speffy è un nuovo modo di vivere lo sport, un concetto innovativo, un’idea che risponde al desiderio sempre più forte di dinamicità e movimento, una vera e propria rivoluzione. È l’acronimo di SPort Everywhere Forever For You, lo sport che vuoi, dove vuoi e senza limiti di tempo. Un concetto nuovo, un cambio di mentalità per offrire lo sport su misura per te, per scegliere l’attività fisica che desideri, nel posto che preferisci e nel giorno che vuoi. Circuito di aggregazione e motore di ricerca per centri sportivi e di benessere, nazionali ed internazionali, che avranno a disposizione uno spazio web dedicato, ove presentare i servizi offerti.   Per i centri affiliati: Più visibilità - Spazio web personalizzabile e maggiore visibilità nel panorama sportivo, grazie al motore di ricerca “SpeffySearch”, ed alle campagne di marketing; Più entrate - Incremento delle utenze con conseguente aumento dei ricavi; Completamente gratis - Nessun costo di attivazione, nessun canone, supporto incluso.   Per gli utenti: Sport che vuoi - Possibilità di variare tra le diverse attività sportive offerte dalla rete dei centri affiliati, senza scadenza temporale; Tariffe esclusive - Ingresso ai centri sportivi a prezzi vantaggiosi; Completamente gratis - Iscrizione gratuita al circuito;   Sport is Changing...Change Your Mind! BEGIN THE REVOLUTION www.speffy.com Segui i nostri canali social per tenerti aggiornato.   [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=GSYuF3t5d0I[/youtube]